Horror barocco e settecentesco

Al di là di una letteratura che sul tema orrorifico e del vampirismo anticipa e di molto l’opera dei narratori ottocenteschi, occorre dire che quello che Angelico Aprosio –  erudito agostiniano del XVII secolo, nato e morto a Ventimiglia (IM), dove era tornato dopo lunghi soggiorni in altre parti d’Italia, tra cui, segnatamente, Venezia – scrisse anche sotto gli effetti di nuovi incredibili dati susseguenti all’esplorazione del Nuovo Mondo – e che parimenti raccolse specie ma non solo in merito alla vicenda di Dracul l’Impalatore – per quanto apparentemente incredibile altri non era che una fra i poliedrici aspetti delle tante storie, che caratterizzarono gli splendori ma anche le molte ombre dell’età intermedia.

Ancora nel XVIII secolo quella sorta di archetipo del giornalismo di “Cronaca nera” che furono i Fogli Volanti, nelle raccapriccianti, ma realmente avvenute vicende del terrore che caratterizzarono l’epoca, menzionarono anche casi di antropofagia e cannibalismo connessi in particolare ad infanticidi; pur se coinvolsero nella vicenda dell’orrore tanto il reale che il paranormale.

E nel ‘700 siffatti Fogli Volanti – al di là delle vicende connesse alla supposta epidemia di Vampirismo che sconvolse l’Europa, ma accese anche la fantasia di letterati quanto la curiosità di scienziati – non tralasciarono di testimoniare come nella mai venuta meno Caccia alle Streghe rientrasse anche una sorta di Caccia al Vampiro al punto che spesso le due figure “demoniache” venivano confuse.

Nel merito del Vampirismo settecentesco è assai interessante un Foglio Volante contenente un Distinto Ragguaglio del tremendo, e spaventevole Spettacolo di Giustizia successo in Baviera il 12 del scaduto Marzo, l’Anno presente, di Sei Scellerati Stregoni … li quali hanno fatto morire con sue Fatture, ed Incanti molte Persone (Venezia, G. B. Occhi, 1762). Nel documento vengono elencati i malefici perpetrati da questi Stregoni di cui viene menzionata la condanna e descritta l’esecuzione in pubblico “vivi gli abbruciarono; onde appena restarono le abominevoli ceneri (senza quindi diritto a sepoltura in alcun luogo consacrato)”.

Tra i crimini nefandi loro ascritti compare relazionato nella breve pubblicazione che tra le loro tante vittime sarebbero pure stati dei Fanciulli, ai quali hanno succhiato il Sangue. Anche in Italia avvennero simili persecuzioni avverso Stregoni e Praticanti di Magia Nera: a titolo esemplificativo si propone qui il caso tragico, proposto con corredo iconografico, del prete sabaudo Albanelli che venne arrestato e condannato per magia nera.

di Bartolomeo Durante in Cultura-Barocca

Annunci

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in cultura-barocca, storia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...