Monet nell’estremo Ponente di Liguria

Dolceacqua vista da Monet

Claude Monet (Parigi 1840 – Giverny, Eure, 1926), dopo una lunga proficua formazione pittorica, lasciata l’Inghilterra ove si era trasferito e la cui cultura pittorica aveva studiato con passione, stabilitosi in Francia a Argenteuil nel dicembre del 1871 svolse una sequenza di importanti studi sulla Senna con una eccezionale intensità lirica negli effetti della luce sull’acqua e sul fogliame che colpirono anche l’altrettanto celebre pittore, suo amico e quasi omonimo, Manet. Da questi suoi studi derivò la parola “impressione” che Monet utilizzò per caratterizzare il portato artistico di una sua “Marina” del 1872 esposta nel 1874 presso Nadar, da cui appunto fu coniato, con malignità e senso spregiativo, il termine, destinato però a grande fortuna, di “impressionismo”. Definito un “Manet più intransigente”, Monet apparve il capo naturale del gruppo degli “impressionisti” cui, inizialmente, la critica e il pubblico riservarono giudizi molto severi ed ingiusti col tempo destinati ad essere unanimemente rimossi.
Bordighera vista da Monet

Monet percepì il fascino della natura lussureggiante dell’estremo ponente di Liguria nel corso di un suo viaggio sin a Genova in compagnia di Renoir. Cercò di fissare quei colori, di impressionare le tele coi riflessi fantastici di quella natura in cui spiccavano gli incredibili riflessi cromatici degli agrumi, delle palme, degli olivi, dell’acqua di un azzurro intenso. Trascorse qui due mesi e mezzo di lavoro proficuo che completò su ben 40 tele alcune delle quali sono ora custodite nei musei di Parigi e New York. Contrariamente a quanto riferisce una certa tradizione non passò solitario il suo tempo in Bordighera alla “Pensione Inglese”. Fu spesso ammirato ospite di pittori e pittrici, inglesi e scozzesi, residenti nel ponente ligure che lo accolsero nelle loro dimore e spesso lo accompagnarono alla scoperta delle imponenti strutture rocciose dell’interno od alla costruttiva contemplazione dell’incontaminata natura del Ponente ligustico.

da Cultura-Barocca

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in cultura-barocca e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...