E’ morto in ospedale ad Imperia Giuseppe ‘Mac’ Fiorucci

Chi ha seguito il blog “Testimonianze della Resistenza Intemelia” sa che il medesimo non esisterebbe se Mac non avesse compiuto il degno lavoro di raccolta di testimonianze di partigiani del Gruppo Sbarchi di Vallecrosia. E non solo.

La notizia della sua morte é giunta improvvisa. Il dolore é grande.

Si riportano qui di seguito alcune voci dolenti di amici di Fiorucci, desunte dal newsgroup “Altro Ponente“, nel quale il dibattito storico sulla Resistenza é sempre stato intenso. E così sarà adesso ancora di più.

Ho appena ricevuto da Enrico una dolorosa notizia.
Mac non ci potrà essere più vicino.

I gentiluomini se ne vanno troppo in fretta

un ultimo abbraccio , Mac! , autentico,vero e molto, molto triste! Mille saranno le cose che ogni giorno mi parleranno di te. Sarà impossibile dimenticarti! Grazie x la tua intelligenza, per la tua arguzia, per la tua passione, che tante volte mi hanno aiutato a comprendere tante cose! Ciao, esserti stato amico è stato una cosa davvero preziosa ma che oggi mi fa stare male! ciao!

Mi dispiace, caro Mac, per te persona e amico apprezzato

Senza parole, ma con tanto dolore.

ciao Mec, un saluto affettuoso e sincero, spero che tu, ovuque tu sia, abbia sempre una linea a disposizione per leggerci,noi ci siamo

Sono molto triste L’ho incontrato tardi nella mia vita, ma fu un bell’incontro. Un grande Signore.

L’abbiamo ricordato stasera nella sede … prima dell’incontro con i segretari provinciali dei tre sindacati. Ci mancherà

E stralci biografici significativi, ripresi da media locali. Ai quali si rimanda anche per un adeguato corredo fotografico.

Da Sanremo.News

Ex sindaco di Vallecrosia con la Dc negli anni settanta. Dopo quell’esperienza aveva aderito al partito popolare e poi il passaggio alla Margherita, di cui è stato coordinatore del Circolo Intemelio. Successivamente confluito nel Partito Democratico.

Fiorucci era nato il 13 settembre del ’45. Lascia la moglie Luisa e il figlio Roberto. Molto acuto sotto il profilo amministrativo, quasi un precorritore delle stagioni politiche. Era anche scrittore.

da Ponente.Oggi

Caro Mac, ci hai spiazzato ancora una volta. E chi se lo poteva immaginare che ci mollavi qui e te ne partivi per un ultimo rally proprio nel giorno del tuo onomastico? Sì che di strada ne avevi già fatta tanta da quel 13 settembre del ’45 quando a Torino venisti al mondo, appena finita la guerra di liberazione partigiana che hai vissuto nel grembo materno. Ma di quella guerra, dopo più di 60 anni, ci hai regalato il ricordo di alcuni personaggi che altrimenti avremmo ignorato o dimenticato. Il tuo libro Gruppo sbarchi Vallecrosia ha permesso a molti di conoscere episodi straordinari nella loro umanità. E ha permesso al partigiano Mimmo di ritornare a Vallecrosia e ritrovare la famiglia che portò in salvo. Tutto merito tuo e della tua cocciutaggine, che ti impediva di lasciare qualcosa a metà, a qualunque costo.

E chissà se quella ostinazione ti apparteneva già l’8 giugno del 1977 quando diventasti sindaco di Vallecrosia a soli 31 anni. Se già allora eri, come qualcuno ha detto, come un salmone che risale la corrente tra mille insidie.

Già, la politica che si è sempre più allontanata dalla gente comune che tu conoscevi bene e che incontravi ogni giorno sul marciapiede davanti al negozio che era diventato un po’ il tuo ufficio. Quella politica che ti appassionava tanto ma nella quale facevi sempre più fatica ad identificarti, allergico come eri ai furbastri, agli squali e soprattutto ai mediocri.

Allora ti sei buttato a capofitto in una nuova avventura: proporre iniziative culturali a Vallecrosia, inventandoti l’associazione “Il Ponte” con cui hai ideato e organizzato mostre di livello documentale altissimo come quella sulle leggi razziali, e hai portato a Vallecrosia scrittori e giornalisti famosi e meno famosi.

E poi l’esperienza libica, che ci hai raccontato con la tua ironia ma anche con una sensibilità toccante dalle pagine di Ibrahim, i datteri e il pesto, facendoci conoscere la Libia vista dalla parte delle persone più umili.

E dopo tutto questo tu te ne sei partito così, senza avvisarci. Vorrà dire che ci rivedremo al traguardo: tu sei sempre un buon navigatore, speriamo che i piloti in paradiso siano all’altezza. E non ti incazzare se siamo un po’ retorici, concedicelo almeno per questa volta.

E concedici di stringerci idealmente ai tuoi affetti più cari

Da Riviera.24

E’ morto, oggi, all’ospedale di Imperia, per un attacco cardiaco, durante la fisioterapia: Giuseppe “Mac” Fiorucci, 67 anni, ex sindaco di Vallecrosia della Dc, per un anno: dal 1977 al 1978, e memoria storica della città. Da tempo era malato e una ventina di giorni fa e’ stato colto da un’ischemia.

Ex democristiano, era poi confluito nell’area di centrosinistra e in particolare nella Margherita. In passato aveva lavorato nella Libia di Gheddafi e recentemente aveva pubblica un libro raccontando questa sua esperienza.

“E’ una perdita importante sotto il profilo culturale – ha affermato l’attuale sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi -. Il suo, infatti, è stato un grande contributo alle iniziative legate alla cultura. Una persona che nella sua semplicità riusciva a coinvolgere dai più piccoli ai più grandi. Malgrado fossimo di ideologie politiche diverse, con lui c’era sempre occasione di scambiare quattro chiacchiere”.

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a E’ morto in ospedale ad Imperia Giuseppe ‘Mac’ Fiorucci

  1. ombreflessuose ha detto:

    Mi spiace, per quel che possa contare: ti sono vicino
    Un abbraccio
    Mistral

  2. matteo baudone ha detto:

    pace all’anima sua…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...