Zingari a Parigi nel 1427

“[…] Quando si furono installati alla Chapelle-Saint-Denis, venne a vederli da Parigi, da Saint-Denis e dai dintorni tanta gente quanta non si era mai vista neppure alla fiera del ‘Lendit’.
Vero che i loro ragazzi, fanciulli e fanciulle, erano di un’abilità incomparabile.
Quasi tutti avevano le orecchie forate e portavano a ciascuna d’esse uno o più anelli d’argento; dicevano che al loro paese quella era la moda.
Gli uomini erano di carnagione assai scura, avevano i capelli crespi; le donne erano le più laide e nerastre che si fossero viste mai.
Queste avevano dei tagli sul viso e i capelli neri come code di cavallo.
A guisa di abito portavano una specie di grossolana coperta, fermata sulla spalla da un nodo di stoffa o di corda; sotto, non avevano altro che una specie di grembiale o una vecchia camicia; insomma, erano tra le più miserabili creature che si fossero mai vedute in Francia.
Nonostante la loro povertà, c’erano tra loro delle streghe che leggendo le mani della gente indovinavano il passato o l’avvenire, e gettarono la discordia in parecchie famiglie, dicendo al marito: ‘Tua moglie ti fa le corna’,o alla moglie: ‘Tuo marito t’inganna ‘.
Il peggio era che mentre parlavano con i loro clienti, riuscivano per magia, grazie al diavolo o con l’aiuto della loro destrezza a vuotare il contenuto delle loro borse nelle proprie.
O almeno, questo è ciò che di loro si diceva: perché quanto a me, ebbi modo di parlare con loro tre o quattro volte e non mi accorsi mai che poi mi mancasse nemmeno un soldo.
Io non le ho mai viste neppure leggere le mani.
Ma la gente faceva correre dappertutto queste voci, e la cosa finì con il giungere alle orecchie del vescovo di Parigi che venne a sua volta a vederli accompagnato da un frate minore detto ‘le Petit Jacobin’ che su ordine di quegli fece loro un bel sermone e scomunicò tutti quelli che avevano indovinato o si erano fatti indovinare la fortuna e leggere la mano.
Essi furono dunque obbligati a partire, e nella festa di Nostra Signora di settembre se ne andarono alla volta di Pontoise”.

da Journal d’un bourgeois de Paris, anno 1427

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...