Schegge di memoria

ImmagineDell’amico Gianfranco Raimondo ho fatto parola, direttamente o indirettamente, più di una volta, attingendo alla sua inesauribile memoria di storia del costume, della cultura e dell vita locali, non solo di Ventimiglia. Di cui é stato anche spesso protagonista, data l’imponente mole di manifestazioni e di iniziative, che ha organizzato o ha contribuito ad allestire, quasi sempre essendone il presentatore.

Ma non é tanto di questo che voglio ora accennare. Già ero tentato di pubblicare una sua fotografia di una bella località delle Filippine, dove adesso si trova in vacanza con la sua gentile signora.

Ma da laggiù, tramite Facebook, ha appena lanciato ad amici e conoscenti l’idea di raccogliere e sistemare spezzoni di memoria in modo collettivo.

Produco qui di seguito un primo esempio del suo approccio al tema: “Quel giorno che a Ventimiglia organizzarono la”Notte di fiaba”con fuochi d’artificio,i giardini illuminati e l’incendio della città antica…”. Potrei continuare sottolineando un soggetto ancora da sviluppare circa una memorabile Caccia al Tesoro – cose che mi sembrano oggi alquanto desuete -, presumo degli anni ’60, per la quale, nonostante si fossero in un primo tempo persi i doviziosi premi in autostrada, alla fine, come quasi sempre accadeva, il successo fu travolgente.

Aggiungo almeno una sua testimonianza particolare, raccolta dalla sua viva voce: in vacanza a Marsiglia nel 1950 dalla zia, Gianfranco, appassionato già allora di ciclismo (come ebbi già modo di sottolineare qui, tanto é vero che con il dono da parte di sua madre delle sue pregresse raccolte del noto quotidiano sportivo si contribuì a incrementare in me bambino il già latente analogo ardore), intrufolatosi nell’albergo che ospitava la squadra (allora) nazionale italiana, dovette notare il giorno dopo sul medesimo richiamato foglio rosa una fotografia che nella didascalia riportava la presenza tra campioni quali Bartali e Magni di un povero bambino (era già un ragazzino! sic!) emigrato colà dalla Penisola, bambino che aveva almeno avuto quella soddisfazione dalla vita!

Ma ho riportato, tra le varie scelte che potevo operare, una fotografia della Chiesa (dismessa!) di S. Giovanni in Ventimiglia Alta, perché la prima volta che ho visto – accompagnato da sua madre! – Gianfranco presentatore di spettacoli fu in quel sito verso la fine anni ’50.

Non proprio ieri, insomma!

Annunci

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Schegge di memoria

  1. filo ha detto:

    Adriano tu hai una memoria da elefante. Per fortuna condividi le tue memorie. :)) ciao

    Mi piace

  2. Grazie Adriano di aver fatto riemergere …..le imprese del mio passato.Te ne racconterò altre al mio ritorno …..quella volta che ad esempio organizzammo gare di atletica….per la Gazzetta dello Sport ma è lunga da raccontare ti lascio in sospeso
    Gianfranco Raimondo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...