Sanremo (IM), ex Convento delle Monache Turchine

Da Cultura-Barocca (www.cultura-barocca.com), che nell'occasione si basa su "Il Manoscritto Borea", si apprende che: "L'iniziativa di realizzare il convento viene collocata nel 1636 e attribuita sì ad una Maria Anselma (ritenuta però di Saorgio) ma, senza citare le altre donne, si fa cenno, come si legge nella cronaca di tale anno alla collaborazione di un certo numero di Beghine: leggendo si notano altresì discordanze sulla scelta, piuttosto casuale, dell'Ordine del nuovo convento e di quella, piuttosto obbligata, della primigenia sede... si legge quindi nella cronaca dell'anno 1639: invece dalla cronaca del 1640 si apprendono dati sulle pratiche burocratiche e notarili per l'acquisto della nuova sede. Il nuovo grande Convento delle Turchine venne ufficialmente aperto il giorno dell'Ascensione del 14-V-1643 ed il 15 maggio del medesimo anno il vescovo ingauno Costa vi celebrò la prima Messa nel corso della quale vestirono l'abito della clausura le sanremesi Innocenza Maruffa e Paola Girolama Poggi. La vita del convento fiorì tra l'apprezzamento pubblico sino a metà del XIX secolo quando esso venne soppresso, con la pubblica requisizione dell'immobile, in forza dei dettami delle leggi anticlericali dell'epoca (ancora nel manoscritto Borea si legge come quello delle Turchine, nel 1810 fu uno dei quattro CONVENTI DI RELIGIOSE che l'AMMINISTRAZIONE NAPOLEONICA nella sua RIORGANIZZAZIONE DEL CLERO non provvedette a SOPPRIMERE nel PONENTE DI LIGURIA). Restituito alla fede il Convento delle Turchine fu ceduto, nel 1881, dal governo al Comune di Sanremo: le religiose che vi erano ospitate ottennero un'indennità di buonuscita ed in loro vece l'edificio accolse gli studenti e gli insegnanti del Regio Liceo Ginnasio intitolato all'astronomo Gian Domenico Cassini. " Al Cassini, ubicato ancora in detta costruzione, studiarono, come forse é noto, personaggi illustri quali Italo Calvino e Eugenio Scalfari. Oggi l'edificio, sito in Piazza Eroi sanremesi, ospita altri istituti scolastici.

Da Cultura-Barocca (www.cultura-barocca.com), che nell’occasione si basa su “Il Manoscritto Borea”, si apprende che: “L’iniziativa di realizzare il convento viene collocata nel 1636 e attribuita sì ad una Maria Anselma (ritenuta però di Saorgio) ma, senza citare le altre donne, si fa cenno, come si legge nella cronaca di tale anno alla collaborazione di un certo numero di Beghine: leggendo si notano altresì discordanze sulla scelta, piuttosto casuale, dell’Ordine del nuovo convento e di quella, piuttosto obbligata, della primigenia sede… si legge quindi nella cronaca dell’anno 1639: invece dalla cronaca del 1640 si apprendono dati sulle pratiche burocratiche e notarili per l’acquisto della nuova sede.
Il nuovo grande Convento delle Turchine venne ufficialmente aperto il giorno dell’Ascensione del 14-V-1643 ed il 15 maggio del medesimo anno il vescovo ingauno Costa vi celebrò la prima Messa nel corso della quale vestirono l’abito della clausura le sanremesi Innocenza Maruffa e Paola Girolama Poggi.
La vita del convento fiorì tra l’apprezzamento pubblico sino a metà del XIX secolo quando esso venne soppresso, con la pubblica requisizione dell’immobile, in forza dei dettami delle leggi anticlericali dell’epoca (ancora nel manoscritto Borea si legge come quello delle Turchine, nel 1810 fu uno dei quattro CONVENTI DI RELIGIOSE che l’AMMINISTRAZIONE NAPOLEONICA nella sua RIORGANIZZAZIONE DEL CLERO non provvedette a SOPPRIMERE nel PONENTE DI LIGURIA).
Restituito alla fede il Convento delle Turchine fu ceduto, nel 1881, dal governo al Comune di Sanremo: le religiose che vi erano ospitate ottennero un’indennità di buonuscita ed in loro vece l’edificio accolse gli studenti e gli insegnanti del Regio Liceo Ginnasio intitolato all’astronomo Gian Domenico Cassini. ” Al Cassini, ubicato ancora in detta costruzione, studiarono, come forse é noto, personaggi illustri quali Italo Calvino e Eugenio Scalfari. Oggi l’edificio, sito in Piazza Eroi Sanremesi, ospita altri istituti scolastici.

Informazioni su adrianomaini

Da Bordighera (IM), Liguria
Questa voce è stata pubblicata in geografia, storia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...